walterfalgio.it
Articoli della Categoria Interventi
Ciao Nino
(12 luglio 2020) Il comandante partigiano Nino Garau, nome di battaglia Geppe, è morto questa sera, 12 luglio, nella sua casa di Cagliari. Avrebbe compiuto 97 anni il 12 dicembre. Ci lascia un antifascista combattente e un caro amico con il quale abbiamo condiviso decine di chiacchierate, conferenze, incontri in tante scuole, teatri, Comuni della Sardegna. Da quel 19 febbraio 2007, giorno in cui una pattuglia di studenti e giovani ricercatori dell'Istituto sardo per la storia della Resistenza iniziò a raccogliere la sua straordinaria testimonianza. Allora, per la prima volta, dopo 62 anni di silenzio, Nino Garau decideva di ricostruire la sua esperienza di lotta dall'8 settembre '43 alla Liberazione e il suo ritorno a Cagliari dopo la guerra. Una memoria lucidissima accompagnata da una personale elaborazione lontana dall'esaltazione e dalla retorica,...
A proposito di targhe, capperi e simboli del passato
(1 luglio 2020) Si fa un gran parlare del "passato che non passa" nei simboli, nella toponomastica, nella statuaria che richiama dittature, violenza coloniale, razzismo. Sul tema si è aperto un dibattito internazionale stavolta stimolato dalla morte violenta di George Floyd ma che a cicli e da decenni investe il confronto culturale. In proposito abbiamo osservato, discusso, registrato eventi in tutto il mondo. Qui racconto però in due parole un bell'esempio casalingo, riscontrabile in qualunque momento in una strada del centro storico di Cagliari, città dove abito. Può essere definito come una singolare vicenda di cancellazione "arborea" della memoria che sistematicamente - e sottolineo non da oggi - riguarda la figura di un antifascista, cagliaritano da ragazzo, al quale gli studiosi di letteratura tedesca devono molto. Giaime...
Un ricordo di Sergio Siglienti
(27 maggio 2020) Sergio Siglienti, intellettuale e banchiere sassarese, è mancato a Milano il 24 maggio scorso all'età di 94 anni. Ospito con grande piacere questo ricordo dello storico dell'economia, Alessandro Mignone. (wa.f.). --   Con Sergio Siglienti se ne va un pezzo di storia economica e finanziaria del nostro Paese. Banchiere per una vita, nasce a Sassari il 19 maggio 1926 da Stefano, ministro delle Finanze nell'Italia non ancora liberata dal nazifascismo, poi per lunghi anni al vertice dell'Istituto Mobiliare Italiano e dell'Associazione Bancaria Italiana, e da Ines Berlinguer, appartenente a una delle più importanti famiglie sassaresi. Piccola aristocrazia isolana "senza feudi né decime", il cui padre Enrico, tra i fondatori de "La Nuova Sardegna" e in contatto diretto con Garibaldi,...
L'isola dei militari
(23 maggio 2020) "L'arcipelago del movimento antibasi sardo è un'aggregazione trasversale e sfaccettata che interpreta un sentimento diffuso e si radica in uno specifico contesto territoriale e culturale: «‘Resistenza' al colonialismo significava di più che semplice resistenza al dominio degli italiani. Come molte isole, e secondo una valutazione antica di secoli, se non di millenni, la Sardegna era ritenuta strategicamente importante. Inoltre, con le grandi estensioni di terra sottopopolata era il luogo ideale per l'addestramento militare», scriveva lo storico inglese Martin Clark nel 1989. Le svariate forme di opposizione alla presenza militare nell'isola, piattaforma di servizio durante la Guerra fredda e ancor oggi nell'ambito degli interessi di una global Nato, sono oggetto di un ampio dibattito. Ne derivano i...
Leggi tutto commenti (1)
Giaime, una clip per raccontare i valori vivi della Resistenza 75 anni dopo
(25 aprile 2020) L'Issasco ricorda l'antifascista di origini sarde Giaime Pintor con una lettura corale delle sue ultime parole al fratello Luigi.  "Quanto a me, ti assicuro che l'idea di andare a fare il partigiano in questa stagione mi diverte pochissimo; non ho mai apprezzato come ora i pregi della vita civile e ho coscienza di essere un ottimo traduttore e un buon diplomatico, ma secondo ogni probabilità un mediocre partigiano. Tuttavia è l'unica possibilità aperta e l'accolgo". Sono queste le ultime, celebri parole che l'antifascista di origini sarde, Giaime Pintor, ha scritto da Napoli al fratello Luigi il 28 novembre 1943, pochi giorni prima di morire, e che l'Issasco (Istituto sardo per l'antifascismo) ha scelto per celebrare il 75esimo anniversario della liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Giaime...
Architettura: le radure o nuovi spazi di felicità urbana
(1 ottobre 2019) Riceviamo e volentieri proponiamo questo scritto dell'economista Lorenzo Bona e del progettista Luca Sanna. (wa.f.) (Verso) design con self-control - (Towards) design with self-control di Lorenzo Bona e Luca Sanna Interrelazioni storicamente problematiche hanno tenuto e tengono insieme società, economie e i relativi territori di sviluppo. E al riguardo, assumono speciale rilevanza i rapporti tra gli spazi abitativi creati dagli uomini e la natura circostante, tra centro e periferia, tra gli scambi mutualmente vantaggiosi e quelli impoverenti. Architetti, urbanisti, economisti, esperti e policy makers dibattono e si confrontano con crescente intensità sull'evoluzione di questi rapporti per capire come si possano realizzare o favorire equilibri socio-ambientali migliori di quelli emersi sinora. Si riflette sull'attuale configurazione dello sviluppo...
Memoria, racconto, storia
(25 aprile 2019) La sera prima di morire Leone Ginzburg scrisse una celebre lettera alla moglie Natalia. Il 4 febbraio del 1944, dall'infermeria del carcere romano Regina Coeli dove il letterato antifascista versava in condizioni critiche dopo aver subito interrogatori e torture dai nazisti, dedicava queste ultime parole alla donna amata: "La mia aspirazione è che tu normalizzi, appena ti sia possibile, la tua esistenza; che tu lavori e scriva e sia utile agli altri. Questi consigli ti parranno facili e irritanti; invece sono il miglior frutto della mia tenerezza e del mio senso di responsabilità. Attraverso la creazione artistica ti libererai delle troppe lacrime che ti fanno groppo dentro". Parole che hanno attraversato i decenni del dopoguerra lasciando tracce profonde attraverso quel libro fondamentale che è Lettere...
Libro Issasco, La Sardegna e la guerra di Liberazione
(29 aprile 2018) La Sardegna e la guerra di Liberazione. Studi di storia militare, a cura di Daniele Sanna, per FrancoAngeli editore, è il titolo che inaugura la collana "Sardegna contemporanea" promossa dall'Issasco, presentato in anteprima a Oristano il 25 aprile scorso.     Si tratta di un lavoro collettivo, incentrato sulla sorte dei militari sardi tra l'8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945 e sull'apporto da loro fornito alla causa della Resistenza. La presenza e la riorganizzazione di una grande massa di truppe, che dopo l'armistizio ha inciso sulle dinamiche politiche del territorio isolano, apre nuovi scenari di ricerca, sul piano della storia militare, in primis, ma anche riguardo a una più generale lettura delle implicazioni sociali a livello locale. Lo studio dell'Issasco, lungi dall'essere un'indagine esaustiva, intende proporre alcuni spunti di riflessione su...
I fantastici pugni di Davide
(23 ottobre 2017) Ciao Davide, io so chi sei. Un ragazzo eccezionale. Un artista, un uomo forte e determinato, sensibilissimo alla vita e alle parole dell'altro. Abbiamo condiviso esperienze memorabili e tu hai saputo correre e fermarti laddove ce n'è stato bisogno. Io so chi sei perché ho incrociato il tuo sguardo intenso e ribelle, proiettato nei sogni che spesso hanno riempito tanti vuoti. È da tempo che non ci incontriamo. È da tempo che non ho tue notizie. Scopro che stai lottando in una condizione carceraria difficile e che hai reso pubblica la tua sofferenza. Mi sono chiesto cosa posso fare per te. Me lo sono chiesto perché credo sia un dovere, complicato e intimo di ciascuno, interrogarsi oltre le ricadute del proprio orizzonte quotidiano. Di sicuro oggi non posso "liberarti" come in parte, anni fa, fummo riusciti a fare con Gisella, tutti insieme, attraverso...
Porrajmos e pregiudizio, gli studi di Luca Bravi
(2 maggio 2017) Luca Bravi, storico, studioso della persecuzione e dello stermino di rom e sinti sotto nazismo e fascismo, ha il merito di narrare con grande chiarezza e coraggio un fenomeno rimosso, misconosciuto, attraversato da mille lacerazioni e dimenticanze. Alla base di quella che, in sostanza, è una discriminazione razziale e una mancata affermazione dei diritti umani inalienabili, si colloca lo stereotipo. Un gigantesco e attuale pregiudizio nei confronti di una popolazione europea, come rimarca Bravi, "pienamente inserita nella nostra società". Recentemente lo storico è stato ospite della Biblioteca gramsciana Onlus e di altre associazioni per tenere un incontro nel Comune di Villa Verde. Che cosa è 'Porrajmos' e perché si parla di una "ferita ancora aperta"? Con il termine Porrajmos - il "grande divoramento" in lingua romanì cioè la lingua dei rom - si indica...
Condividi:
Nelle altre categorie
Storia
Gli scritti del cavaliere dei Rossomori

Ripropongo questo mio breve ritratto di Emilio Lussu, pubblicato su L'Unione Sarda nel 2008, in occasione della presentazione del primo volume dell'Opera Omnia del leader politico curato da Gian Giacomo...

Cultura
Università, l'era delle riforme

(28 luglio 2011) La recensione al mio libro dello storico Aldo Borghesi pubblicata su L'Unione Sarda il 14 luglio scorso. Ringrazio Aldo per questo stimolante contributo.

(walter falgio) 

Università, l'era...

Cronaca
Giovane e laureato: «La nuova vita sulla via del Signore»

Ha una stanzetta vuota nel seminario: letto, bagno, libreria, scrivania, ma non è un seminarista. La sua giornata è scandita da preghiere, studio e crocifissi, ma non è un prete. Emanuele Meconcelli è uno dei sedici giovani che da un anno è entrato nella comunità vocazionale, praticamente quella...

Libri e saggi
La Sardegna e la guerra di Liberazione (2018)

La Sardegna e la guerra di Liberazione. Studi di storia militare di FrancoAngeli a cura di Daniele Sanna (158 pagine, 20 €), che inaugura la collana "Sardegna contemporanea" promossa dall'Issasco, riporta un mio contributo sull'esperienza...

precedenti | Pagina 1 di 8
ddd

© 2020 Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà di Walter Falgio
Powered by Cristianomattana.it
Licenza Creative Commons
Quest'opera é distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.